Scelta libera del formato Scelta libera del formato
Consegna gratuita Consegna gratuita
Qualità dal 1961 Qualità dal 1961
Più di 15000 clienti soddisfatti Più di 15000 clienti soddisfatti

Nozioni di base sull'imballaggio: i termini più importanti sul tema dell'imballaggio

  • Nel linguaggio comune, il termine "imballaggio" è di solito sufficiente a spiegare di cosa si tratta, ma in realtà nasconde un argomento molto piú complesso.

  • Ciò che esattamente è l'imballaggio è regolato a livello legale dalla legge sugli imballaggi.

  • Specifiche più precise sui requisiti e le proprietà dell'imballaggio e dei suoi componenti sono date nella norma DIN 55405, ma la sua applicazione è volontaria.

  • Il linguaggio tecnico nel settore dell'imballaggio non è così facile da capire per i profani con i suoi molti termini simili - ecco perché abbiamo fatto luce sui termini di base nel nostro "Nozioni di base sull'imballaggio".
     


 

Che cos'è l'imballaggio lo sanno tutti. Eppure, nella vita quotidiana, anche i termini più semplici legati al packaging si confondono rapidamente; allora può anche essere difficile spiegare la differenza tra imballaggio e confezionamento in modo corretto. Per evitare che questo accada, abbiamo compilato i termini di base più importanti e il loro significato.

Definiamo "imballaggio"

Nel linguaggio quotidiano, una spiegazione più precisa di ciò che si intende per "imballaggio" di solito non è necessaria. Tuttavia, quando si tratta di una discussione piú specifica del termine, vale la pena dare un'occhiata più da vicino alle definizioni e alla terminologia comune.

A parte questo, è consigliabile che i consumatori padroneggino le basi. In paticolare, la Germania ha un sistema piuttosto complesso per la separazione dei rifiuti e i requisiti per i diversi tipi di imballaggio e materiali stanno diventando sempre più severi.


Cosa dice la legge sugli imballaggi?

Il primo posto a cui far riferimento per conoscere le definizioni di imballaggio è la "Legge sulla commercializzazione, restituzione e recupero di alta qualità degli imballaggi" - la legge tedesca sugli imballaggi (VerpackG). Nel § 3 si introducono le definizioni legali.

Nella prima sezione si legge:

 

"L'imballaggio è un prodotto costituito da qualsiasi materiale per la ricezione, la protezione, la manipolazione, la consegna o la presentazione delle merci, che può andare dalla materia prima al prodotto lavorato, trasmesso dal produttore al distributore o al consumatore finale [...]."

La VerpackG distingue poi tra diversi usi degli imballaggi:

 
  • L'imballaggio di vendita è un'unità di vendita composta da merce e imballaggio, destinata al consumatore finale. Tuttavia, può anche essere un imballaggio che viene riempito dall'operatore finale. In questo caso, si tratta di imballaggi di servizio(che permettono o supportano il trasferimento di beni) o di imballaggi di spedizione (che permettono o supportano la spedizione di beni).

  • Gli imballaggi esterni contengono un certo numero di imballaggi di vendita. Sono offerti insieme a queste unità di vendita o servono a riempire gli scaffali di vendita.

  • L'imballaggio per il trasporto aiuta a garantire che le merci non vengano danneggiate durante il trasporto e la manipolazione. Questi imballaggi di solito non raggiungono il consumatore finale.

 

Le sezioni da 2 a 8 della legge elencano anche altri tipi di imballaggio e i criteri per la loro precisa identificazione. Altri tipi sono:

 
  • Imballaggio per bevande

  • Imballaggi riutilizzabili e non riutilizzabili

  • Imballaggi di plastica monouso

  • Imballaggi alimentari in plastica monouso

  • Bottiglie di plastica per bevande monouso

  • Imballaggio composito

  • Imballaggio vuoto

  • Imballaggio soggetto alla partecipazione del sistema
 

Secondo la formulazione della legge, questi ultimi sono gli imballaggi di vendita e gli imballaggi secondari che vengono smaltiti nei rifiuti dopo l'uso da parte dei consumatori finali privati.

Imballaggio o non imballaggio?

Una questione che il Registro Centrale degli Imballaggi (ZSVR) deve ovviamente affrontare più spesso è quella di definire cos'è imballaggio e cosa no. Pertanto, la ZSVR ha sviluppato un documento tematico con 5 criteri con cui si possono distinguere gli imballaggi e i non imballaggi secondo la legge sugli imballaggi:

 
  1. Esistenza di una funzione di imballaggio

  2. Connessione con un prodotto

  3. Non è parte integrante del prodotto

  4. Scopo e valore del prodotto invece di "uso secondario”

  5. Componenti dell'imballaggio ed elementi aggiuntivi

Il termine standard per imballaggio

La legge sugli imballaggi fornisce le definizioni per i vari tipi di imballaggio e ancora più precisamente nel DIN 55405, la norma per gli imballaggi, che definisce anche la terminologia e i termini.

 

Termini uniformi per l'imballaggio

La necessitá di specifiche chiare per le proprietà e i requisiti degli imballaggi, un movimento internazionale delle merci semplificato, una migliore razionalizzazione e più sicurezza per produttori, rivenditori e consumatori: ci sono molte ragioni per cui la DIN 55405 è così dettagliata nelle sue spiegazioni.

 

I materiali di imballaggiofanno parte del campo di applicazione della norma tanto quanto le distinzioni tra i diversi tipi di imballaggio.Inoltre, vengono trattati termini come "imballaggio/sigillatura", "merci imballate/imballaggio/confezione", "manipolazione e trattamento" "dimensioni e volumi".
 

 
 

Le norme DIN e il quadro giuridico

Anche se le norme DIN sono importanti, la loro applicazione è volontaria. Diventano vincolanti solo se, per esempio, fanno parte di contratti o sono espressamente prescritti dalla legge. Tuttavia, è sempre utile poter provare che una procedura corretta è stata eseguita secondo le norme DIN.

 

Un bel po' di imballaggi

La norma DIN tratta i diversi tipi di imballaggio nel capitolo "Classificazione dei termini di imballaggio", in cui sono elencati un totale di 40 diversi tipi di imballaggio. Anche le categorie generali di imballaggio della legge sugli imballaggi sono elencate, ma per il resto c'è molta più differenziazione.

 

L'elenco va da categorie più generali come "imballaggi esterni e interni"a tipi specifici come "imballaggi disponibili in commercio", "imballaggi pronti per il negozio", "imballaggi da esposizione", "imballaggi che trattengono il calore" e numerosi altri.

 

Una ragione per la varietà di imballaggi elencati è l'aspetto linguistico: DIN sottolinea che sia il linguaggio tecnico che l'uso linguistico sono stati presi in considerazione per definire termini uniformi per gli imballaggi.

 

 
 

La standardizzazione è internazionale

A livello nazionale, i progetti di standardizzazione rappresentano solo una quota relativamente piccola di circa il 15% - la maggior parte sono progettati per una validità europea o internazionale.

Tuttavia, il lavoro di DIN rimane molto importante: come membro dell'Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) e del Comitato europeo per la standardizzazione, aiuta a rappresentare gli interessi tedeschi in materia di standardizzazione.

 

Perché non tutti gli imballaggi sono uguali e cos'altro c'è da sapere

"Die Packung aufreißen" significa "strappare la confezione", eppure il significato dei termini di questa breve espressione ha ciascuno qualcosa di diverso. Per evitare malintesi, spieghiamo le sottili differenze tra i termini più importanti dell'imballaggio.

 
Imballaggio e confezionamento

Se la confezione di muesli viene messa al tavolo della colazione, allora questo comprende di solito anche l’imballaggio del muesli. Al contrario, è perfettamente possibile passare solo l’imballaggio. La spiegazione è molto semplice:

  • La DIN 55405 intende il confezionamento come l'unità di tutti i materiali e gli ausili d'imballaggioche sono necessari per le funzioni classiche dell'imballaggio (protezione, razionalizzazione, trasporto, etichettatura, informazione, ecc.)

  • L’imballaggio, a sua volta, si riferisce alla combinazione di ciò che contiene il contenuto e il contenuto stesso.
 

Il termine tecnico per questo, a proposito, è merce imballata(in alternativa: merce riempita) e questo include tutti i prodotti che richiedono un imballaggio per la loro protezione. Il semplice calcolo è quindi: merce imballata più imballaggio uguale confezione.

 

 

Confezioni secondo DIN 55405

 

La norma DIN 55405 elenca un totale di 46 diversi tipi di imballaggio. Si differenziano in base alle loro rispettive proprietà. Per esempio, si può tener conto della composizione (confezione stretch o termoretraibile), del luogo di utilizzo (confezione ospedaliera, industriale o commerciale) o delle dimensioni (confezione porzionata, blister, ecc.).

 

 


Poiché i diversi prodotti pongono esigenze altrettanto diverse sui rispettivi imballaggi, offriamo una vasta gamma di prodotti di imballaggio. Con scatole personalizzatescatole per spedizioniimballaggi flessibili e tubetti in laminato in numerosi design e opzioni di personalizzazione individuali, tutto, dai prodotti liquidi a quelli pesanti e solidi, può essere confezionato in modo ottimale ed efficiente.
 

Materiale di imballaggio e confezionamento

Non del tutto senza problemi per i profani, il vocabolario tecnico del packaging consiste in gran parte di termini dal suono simile. Un (ulteriore) esempio di questo è il materiale di imballaggio e il materiale di confezionamento, che sono, tuttavia, chiaramente diversi a un esame più attento:

 

  • I materiali di confezionamento sono i materiali e le fibre da cui vengono creati i materiali d'imballaggio (e gli ausiliari d'imballaggio) in primo luogo. Carta, cartone, plastica, legno, alluminio e alcuni altri materiali da imballaggio sono adatti a questo scopo.

  • I materiali d'imballaggio, d'altra parte, sono i componenti dell'imballaggio che racchiudono parzialmente o completamente le merci imballate.

Come suggerisce il nome, gli ausiliari d'imballaggionon fanno altro che integrare i materiali di confezionamento in modo che possano adempiere a tutte le funzioni d'imballaggio desiderate e richieste. Aiutano a chiudere, etichettare, ammortizzare, aprire, maneggiare o in generale proteggere il contenuto dell'imballaggio.

I materiali di imballaggio sono definiti in modo molto ampio nella norma DIN, in modo da includere anche grandi tipi di materiali di imballaggio come i pallet.

Imballaggio e sigillatura

I due termini invogliano a usarli come sinonimi, soprattutto nel linguaggio comune. Dopo tutto, la sigillatura fa parte dell'imballaggio. Ma sono due aree completamente diverse quando si tratta di implementazione tecnica.

 

  • L' imballaggio comprende una moltitudine di attività, da montaggio, avvolgimento e laminazione fino al riempimento.
     

  • La sigillatura è una parte di queste attività. Uno sguardo più attento rivela un'enorme gamma di diversi tipi di chiusura.. La norma DIN 55405 menziona 62 modi per chiudere un pacchetto. La chiusura a nastro adesivo, che di solito è usata per sigillare i cartoni di spedizione nel settore privato, fa parte di questo, così come come le chiusure ad orecchio, le chiusure in rilievo o quelle a strappo.



In definitiva, l'imballaggio e la sigillatura descrivono diverse fasi di un pacchetto finito, riempito e chiuso in modo sicuro. 

Potrebbero interessarti anche:


Imballaggi su misura

Si tratta di imballaggi fabbricati individualmente come scatole personalizzate, scatole per spedizioni o tubetti in laminato. Grazie all'adattamento individuale di dimensioni, peso e alla natura delle merci imballate, è possibile risparmiare spazio e denaro.
   

Stamperia digitale 4.0

La strategia "Industria 4.0" mira a fondere Internet e le nuove tecnologie IT con le tecnologie di produzione come la robotica e l'automazione al fine di ridurre i costi, risparmiare tempo e consentire nuovi prodotti e servizi innovativi.
   

La nuova legge sugli imballaggi

La nuova legge sostituisce l'ordinanza sugli imballaggi precedentemente in vigore. Prevede numerosi nuovi obblighi per i distributori iniziali di imballaggi pieni di merci, che tipicamente si accumulano come rifiuti al consumatore finale.
   
4.9/5 Testimonianze dei clienti: 735